Quanto ti costa un bonifico?

Quanto costa un bonifico? Dopo essermi soffermato sul tema dei costi dei conti correnti (segnalando come sia assurdo oggi pagare per qualcosa che puoi avere a costo zero) oggi scrivo su una delle voci che negli ultimi anni è stata più sfruttata dalle banche per aumentare i ricavi.

Commissioni sui bonifici

Presso le banche tradizionali (quelle che si basano prevalentemente sulle filiali fisiche) si paga, e anche molto. Pure sui bonifici online. Le banche tradizionali stanno spingendo la clientela ad utilizzare i canali remoti per liberare i loro dipendenti dall’operatività e farli dedicare alla pura vendita di prodotti finanziari e di finanziamento. Lo fanno aumentando in maniera eccessiva il costo dei bonifici allo sportello.
Potrebbe anche essere una soluzione lecita ma, sempre a caccia di ricavi, non disdegnano di far pagare anche il bonifico online. Come dire: avere la moglie ubriaca e la botte piena (far fare tutto ai clienti e farli pagare). Ma hanno evidentemente ragione loro, se trovano clienti che glielo permettono.


Un recente articolo del Corriere Economia sintetizza i costi medi delle principali banche. Ecco il costo medio di un bonifico:

costi bonifico

E  il dettaglio delle principali banche (Intesa, Unicredit, Poste, Ubi Banca, BNL, MPS, Credit Agricole, Banco BPM, Credem, Carige):

commissioni bonifico intesa unicredit

spese bonifico poste


Alcune banche fanno pagare anche il costo operazione, nel senso della "riga di scrittura" (per tutte le operazioni o solo quelle allo sportello). In Unicredit si pagano perciò ulteriori 3,25 euro, in MPS 2,80 euro.

Come vedi, anche per un bonifico online, dove non c'è alcun intervento di un operatore della banca, si viaggia intorno all’euro.

Sai quanto paghi per effettuare un bonifico via Internet? Non sono contrario al fatto che la banca faccia pagare anche il bonifico online (si tratta pur sempre di un servizio), ma visto che ce ne sono parecchie che non lo fanno pagare, se ti costa più di zero, potrebbe essere il caso di valutare il cambio banca. O quanto meno aprire e mantenere un secondo conto online per effettuare i bonifici senza spese.

Nel precedente articolo ti ho fornito una serie di esempi di conto a zero spese (con bonifico online gratuito) che ripeto per tua comodità:
  • Che Banca! Puoi scegliere tra il conto Digital (a zero spese, con bancomat incluso e pure senza bollo) o conto Yellow  se vuoi operare anche tramite filiale (canone 24 euro annui azzerabile con operazioni quali accredito stipendio e addebito bollette. Bollo a carico banca per il 2017).  In questo momento regala offre come regalo di benvenuto una macchina Nespresso (Pixie Clips XN3020 Krups Black & Lemon e Aeroccino 3 Nespresso Black) e un buono di acquisto di capsule Nespresso per un valore di 30 euro.
  • Fineco: conto a zero spese con bancomat. Il migliore per chi vuole fare trading
  • Hello Bank: conto a zero spese con bancomat e carta di credito inclusi. In corso promozione, 175 euro di buono Amazon per chi apre il conto. (in alternativa, fino al 5 ottobre, c'è anche la promo che regala uno smartwatch Samsung Gear).
  • Youbanking: conto a zero spese con bancomat, si può operare anche nelle filiali del Banco.
  • WeBank: conto a zero spese. In corso promozione: se richiedi il deposito titoli (gratuito), hai 1.000 euro in commissioni di trading e l'azzeramento del bollo sul dossier (fino a 1.000 euro di imposta di bollo)
  • Widiba: conto a zero spese con bancomat e carta di credito gratuiti. Ha in corso una promo che offre un tasso di interesse dell'1,5% (elevabile fino al 2%) su depositi vincolati a 6 mesi.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento