Mifid2 e il rendiconto (bollo) trimestrale sul dossier titoli

Il 3 gennaio è entrata in vigore la cosiddetta Mifid2, la direttiva europea che regola i servizi finanziari europei. Probabilmente avrai ricevuto una comunicazione dalla tua banca che ti elenca una serie di novità. Tra queste sta facendo molto discutere, e ho in proposito ricevuto alcune mail, la questione della rendicontazione trimestrale del conto titoli.

Pir e Bitcoin protagonisti nel 2017. E il 2018?


Siamo in chiusura d'anno e quindi è il momento di tirare le somme dell'anno che si chiude e pianificare il nuovo. Dal punto di vista finanziario in Italia il 2017 è stato l'anno dei Pir, i piani individuali di risparmio che hanno raccolto molto di più del previsto, nonostante  la maggioranza degli italiani non sappia cosa siano (come mostra il sondaggio nell'articolo).

L'articolo è ben fatto e spiega come sono andati questi strumenti e quali effetti hanno avuto sulle società italiane di media e piccola capitalizzazione.
http://www.morningstar.it/it/news/163828/lanno-dei-pir-o-delle-small-cap.aspx

E' il momento di investire in BitCoin?


investire bitcoin
Tra le varie domande che mi arrivano, non poteva mancare quella sui Bitcoin. Approfondiamo quindi l'argomento.

Cosa è il Bitcoin

Il Bitcoin è una criptovaluta, ossia una valuta (come il dollaro o l’euro) ma che non è governata da un’autorità centrale (Banca Centrale) ma decentralizzata digitalmente tramite i principi della crittografia che serve a convalidare le transazioni e la generazione di nuova moneta. Come ogni valuta digitale, consente di effettuare pagamenti online in maniera sicura.

Mifid2, obbligazioni Venezuela e polizza Genertel

Oggi la rassegna stampa si divide su due tematiche: investimenti e carte, approfondendo temi come la Mifid2, la crisi del Venezuela, le polizze vita (con i dettagli sulla Genertel Sicuramente),  l'inflazione e le novità nei costi delle carte di pagamento.

Investimenti

Sabato scorso Milano Finanza ha dedicato il servizio di copertina alle polizze vita, viste come l'alternativa ai Btp.
https://www.milanofinanza.it/news-preview/il-nuovo-btp-la-polizza-vita-201712081948329435
Mentre infatti ora non è consigliabile investire in Btp (i tassi sono bassi e si rischia una perdita sul capitale in caso di aumento dei tassi di mercato) le polizza vita a capitale garantito offrono ancora un buon rendimento che non verrà intaccato dall'aumento dei tassi (anzi ne guadagneranno).  Anch'io spesso ho accostato le polizze vita con gestione separata (Ramo I) ai conti deposito, pur specificando le differenze fra i due strumenti. Inoltre aggiungo che la convenienza di tali prodotti va valutata anche alla luce dei costi, che possono influire negativamente sulla loro convenienza.

Minusvalenze fine annoda recuperare

Si avvicina la fine dell’anno e tra le tante cose da fare è opportuno verificare anche la presenza di minusvalenze finanziarie in scadenza per evitare di perdere il "credito fiscale".

Cosa sono le minusvalenze?

In caso di vendita di uno strumento finanziario ad un valore superiore al valore d'acquisto, si realizza una plusvalenza mentre, in caso contrario, di vendita ad un valore inferiore a quello di carico, una minusvalenza.In pratica le minusvalenze sono perdite rappresentate dalla differenza negativa tra il prezzo di acquisto e quello di vendita di un prodotto finanziario.

Ad esempio, se acquisto 1.000 azioni a 10 € e le rivendo a 8, subisco una minusvalenza che ammonta a (8-10) * 1.000 = - 2.000 €.

Meglio avere più di un conto corrente?

conti correnti convenienti
Tra le domande che mi vengono ogni tanto poste c'è quella "se conviene avere più conti correnti" o "quanti conti correnti è meglio avere".
Vediamo quindi di rispondere a queste domande.

Avere più conti, in particolare in banche diverse, può essere utile per più motivi.

Il primo è strettamente operativo. Ogni banca può avere problemi momentanei o blocchi operativi programmati (per esempio questo fine settimana erano bloccati i siti delle ex Banca Popolare di Vicenza e Banca Veneto, così come quello di Widiba) con conseguente non funzionamento dell'home banking o della carta di pagamento. Avere sempre un backup consente di far fronte ad improvvise necessità di pagamento o prelievo.

Fondi comuni di investimento o ETF?

Sono meglio i fondi comuni di investimento proposti da banche e consulenti finanziari o gli ETF? Se mi leggi da un po' sai già la mia opinione: gli ETF, vale a dire i fondi passivi e a basso costo. Ma non è solo una mia opinione, ogni anno ricerche e statistiche lo confermano, a partire dall'indagine annuale di Mediobanca.

Ciò non significa che non possano esistere fondi migliori degli ETF. Il problema è che è difficile per un piccolo investitore selezionarli e sicuramente non sono tra quelli che ti propongono in genere allo sportello bancario, dove la scelta è limitata ai prodotti della casa.